12 novembre

Ore 21

Lavanderia a vapore, Collegno (TO) – in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo

13 novembre

Ore 21

Teatro di Casalnoceto (AL)

Compagnia

Dimitri/Canessa

Scritto e intepretato da

Regia e interpretazione Federico Dimitri, Elisa Canessa
Assistenza artistica Giorgio Rossi, Emanuel Rosenberg
Disegno luci Marco Oliani / Assistenza musicale Antonio Ghezzani
Produzione Progetto Brocknhaus, Associazione Sosta Palmizi e Centro Artistico Il Grattacielo di Livorno / Progetto sostenuto dalla Divisione della Cultura e degli Studi Universitari, Bellinzona, e dal Fondo Swisslos

Vincitore del 22° FIT, Festival Internazionale Teatro di Lugano

Sito

Motivazione della giuria Festival Internazionale di Lugano:

“La giuria ha deciso di assegnare questo premio allo spettacolo Bruno, per la sua capacità di creare curiosità attorno alla figura di Bruno Schulz e per essere riuscita ad accompagnare la dimensione di follia di quest’autore, con un allestimento impeccabile, attraverso immagini forti e oniriche generando sensazioni quasi fisiche. Abbiamo voluto premiare la profondità della messa in scena, la perizia attoriale, stilistica e registica con cui è stato presentato questo spettacolo e per il coraggio di proporre una tematica così importante e densa di significati ad un pubblico giovane”

Lo spettacolo trae spunto dalla vita di Bruno Schulz, dai personaggi che hanno costellato la sua infanzia e dalle suggestioni mitologiche dei suoi scritti e dei suoi disegni.
In Schulz, Mito e Infanzia coincidono. Gli elementi di questo idioma mitologico sgorgano da un’oscura regione delle primordiali fantasie infantili, dai timori, dai presentimenti, dalle anticipazioni di quel mattino della vita, che costituisce la vera e propria culla del pensare mitico.
E’ questo il punto fondamentale sul quale si concentra la riflessione artistica.
Il Mito, allora, diventa il modo di riorganizzare in un nuovo racconto le immagini che affiorano e svaniscono continuamente. Come sospeso nel tempo, “prigioniero” nella sua camera d’infanzia, Bruno fruscia leggero, piccolo topo immortale, incidendo memorie in questo luogo che di volta in volta rivive nelle parole, nei gesti, nelle danze che un tempo lo abitarono.

La compagnia dimitri / canessa

Elisa Canessa diplomata presso la scuola di Teatro Galante Garrone di Bologna, ha collaborato come interprete con Teatro Ferramenta, Compagnia Agar (produzione Sant’Arcangelo dei Teatri), Arcipelago Circo Teatro (produzione La biennale di Venezia), Pantakin, Benno Voorham, Massimiliano Baracchini, Sosta Palmizi e Teatro Kismet Opera. Ha partecipato come danzatrice protagonista nel videoclip di Lorenzo Jovanotti, Mezzogiorno.

Federico Dimitri diplomato alla Scuola Teatro Dimitri, nel 2005 vince il Premio Pinokkio con il suo spettacolo Perfectly Coupled. Membro della compagnia I tre secondi, sio esibisce in tutta la Svizzera con gli spettacoli Zurigo Stazione Centrale e I doganieri. Ha collaborato come attore e danzatore in Italia con Teatro Kismet Opera, Sosta Palmizi e in Germania con Festival Origen e Banality Dreams.