25 novembre

Ore 21

Spazio Kor, Asti

Regia e coreografia

C&C

Con

Carlo Massari e Chiara Taviani

Tristissimo è il secondo capitolo di uno studio delle compagnia chiamato “La trilogia del dolore” con l’intenzione di approfondire e scoprire il linguaggio della compagnia attraverso gli spunti e la storia di un “temone universale” quale “il dolore”. Tristissimo nasce con l’ascolto del preludio dell’Opera di Wagner “Tristan und Isolde”, per poi derivare in una personale elaborazione del sentimento di tristezza, sconfitta, morti banali, ripetute, ridicole. La ricerca di un punto malinconico, triste, un po sfuocato, capace di raccontare ,senza sovrastare i sentimenti e le storie di ognuno, una comune depressione dimensionale. Wagner ebbe come mecenate Ludwig secondo di Baviera che gli commissiono opere e lavori per accompagnare la sua tanto amata depressione. Ludwig dichiarato pazzo mori in mezzo alle partiture di Wagner, costui, dichiarandogli grazia eterna non smise di comporre pezzi destinati ad un più che mai attuale e riconoscibile sentimento malinconico.

 

C&C è la collaborazione tra due artisti indipendenti; Carlo Massari (84) e Chiara Taviani (85). Si incontrano nella compagnia Balletto Civile di Michela Lucenti nel 2010. Nel 2011 nasce il primo spettacolo “Corpo e Cultura”(2011), ne seguono “012”(2012), “Maria Addolorata”(2013) e “Tristissimo” (2014). Hanno presentato il lavoro in diversi festival nazionali ed internazionali; Be Festival (Uk),Tanzimpulse (Au), Accidental Festival (Uk), Lucky trimmer (D), Wonderland (It), Fuori Luogo (It), Quinzena de dança de Almada (P), Mc 11 Paris (Fr), Edinburgh Fringe Festival, Manipulate dance Festival (Uk) .Premiati e riconosciuti in diverse occasioni: Premio Palco Aperto/Pim OFF (It), Prix du Jury HiverOclytes/Les Hivernales (Fr), 2nd price International Competition for choreographer in Hannover (D), 2nd premio alla coreografia Corto in Danza (It), 2nd price of the Jury Zawirowania Dance competition in Warsaw (Pl), Audience Price in Khonzert Theatre Berne Suisse (Ch).